macchie-sui-denti-causa-alimentazione

Alimentazione e macchie sui denti: tutto quello che devi sapere

Esiste una forte correlazione tra alimentazione e macchie sui denti. Quello che mangiamo può infatti intaccare il colore naturale dello smalto.

I pigmenti contenuti naturalmente in alcuni alimenti vanno ad alterare il colore bianco dello smalto e, più a fondo, della dentina.

Generalmente la causa più evidente dei denti macchiati è una scarsa igiene orale, oltre al consumo smodato di alimenti particolarmente pigmentati.

Con il Dott. Andrea Poggi, dentista di Milano, vedremo quali sono gli alimenti che provocano macchie dentali e come è possibile trattarle.

Perché si formano le macchie sui denti

Le anomalie cromatiche sui denti si formano – come accennato brevemente nel paragrafo precedente – a causa di cibi caratterizzati da una colorazione particolarmente scura o da cibi con un grado di acidità elevato.

Facciamo qualche esempio:

  • caffè e tè nero
  • mirtilli e frutti di bosco
  • barbabietole
  • succo di arancia, limone, pompelmo
  • curry
  • salsa di soia
  • aceto balsamico
  • vino rosso
  • ciliegie
  • spinaci
  • liquirizia
  • cioccolata

Attenzione anche a bevande gassate ed energetiche le quali, oltre a contenere coloranti e grandi quantità di zucchero, sono anche molto acide e possono rovinare e macchiare lo smalto superficiale.

Questo non significa che bisogna eliminare definitivamente questi cibi e bevande dalla dieta; piuttosto bisogna adottare un atteggiamento di moderazione.

Bastano pochi semplici accorgimenti:

  1. non eccedere con l’assunzione di questi ingredienti
  2. prestare attenzione all’igiene orale
  3. effettuare periodici controlli dal dentista

Come effettuare lo sbiancamento dei denti

Le macchie sui denti possono provocare disagio e scarsa autostima in molte persone. Per questo rivolgersi ad uno studio professionale, come lo Studio odontoiatrico Santa Sofia a Milano, è la soluzione per risolvere i problemi di denti macchiati.

Una soluzione può essere lo sbiancamento dentale professionale, effettuato grazie alla duplice azione di perossido di idrogeno e luce ultravioletta che attiva l’azione di sbiancamento. Dopo questo trattamento è ovviamente sconsigliato il consumo dei cibi e bevande citati sopra, per non compromettere il lavoro.

Se invece lo sbiancamento non è sufficiente, dal momento che le macchie sono in profondità, si può procedere applicando le faccette dentali. Si tratta di sottilissime lamine realizzate in composito o ceramica che vanno applicate alla superficie esterna del dente per mascherare i difetti.

Se le macchie sui denti ti provocano disagio e stai cercando uno studio odontoiatrico a Milano per lo sbiancamento dei denti contatta il Dott. Andrea Poggi.

2021-10-Studio-Dentistico-Andrea-Poggi-Salute-Cavo-Orale

L’importanza di salvaguardare la salute del cavo orale

Sorridere, parlare, masticare. Una buona salute del cavo orale permette di svolgere molteplici funzioni che ogni giorno sono essenziali per mantenere uno stile di vita sano e combattere l’insorgere di patologie.

Il sorriso non è una questione meramente estetica: una pulizia dei denti accurata è in grado di rafforzare gli anticorpi e aiutare l’organismo nella lotta contro le infezioni, come diabete o virus HIV.

La salute del cavo orale è correlata alla funzionalità del nostro corpo: vediamo insieme al Dottor Poggi fino a che punto e quali sono i rischi di una scarsa igiene orale.

Perché lavare i denti?

In molti leggendo il titolo vi starete chiedendo qual è il senso di questa domanda. Ognuno di noi ha certamente una minore o maggiore esigenza di lavarsi i denti per sfoggiare un sorriso a prova di flash o non presentarsi a lavoro con l’alito cattivo.

D’altra parte, è importante conoscere tutti i rischi derivati da una scarsa igiene orale che possono essere considerati sicuramente più seri e gravi di un semplice caso di alitosi.

Come sappiamo sono molti i fattori che contribuiscono alla formazione di tartaro e carie:

  • Alimentazione scorretta con eccesso di zuccheri e carboidrati;
  • Scarsa igiene orale e mancato utilizzo di filo interdentale;
  • Disallineamento dei denti;
  • Scarsità di salivazione;
  • Presenza di patologie secondarie.

La carie, se non trattata, può portare in poco tempo a sviluppare la parodontite: malattia gengivale che porta a disintegrare i tessuti di sostegno dei denti. Questa infezione oltre a causare ingenti danni al cavo orale è in grado di espandersi attraverso vasi sanguigni e capillari presenti all’interno della bocca fino al resto del corpo.

Il rapporto tra parodontite e malattie sistemiche

Secondo recenti studi la correlazione tra parodontite e malattie sistemiche è forte: dall’apparato cardiaco fino a quello respiratorio, il rischio di contrarre infarti o peggiorare la propria condizione di salute è maggiore, se siamo affetti da un’infezione al cavo orale.

In base a quanto riportato dalle analisi, a livello cardiovascolare un’infezione parodontica può portare a un aumento del rischio di infarto: l’infiammazione può infatti raggiungere la parete interna del cuore e causare endocardite. Inoltre, la possibilità di un ictus aumenta per via della propensione dell’organismo a sviluppare coaguli di sangue.

Rispetto alle patologie respiratorie invece, in caso di scarsa igiene orale, è stata riscontrato un aumento della proliferazione dei batteri che, nei casi più gravi, possono raggiungere i polmoni.

Prevenzione e cura dell’igiene del cavo orale sono comportamenti essenziali per mantenere il nostro organismo in salute e aumentare le nostre difese immunitarie. Se, durante il lavaggio dei denti, soffri di episodi sanguinamento o hai notato un arretramento della gengiva, richiedi subito un consulto specialistico. Contatta il Dottor Poggi per ulteriori informazioni.

2021-08-Studio-Dentistico-Andrea-Poggi-Scelta-Dentista-Giusto

L’importanza di scegliere il dentista giusto

La scelta di un dentista professionista e attento ai tuoi obiettivi è fondamentale prima di iniziare un percorso per la bellezza del tuo sorriso e la salute del cavo orale.

Il dentista è un medico a cui affidi la tua bocca e il tuo sorriso: una volta trovato, non lo cambieresti per tutto l’oro del mondo.

Ecco perché sceglierlo non è sempre un compito di facile amministrazione. Diverse sono le qualità che vanno ricercate nel professionista che si occupa della risoluzione dei problemi del cavo orale e non sono poche.

Nessuno ama andare dal dentista e, per non alimentare ansie e preoccupazioni e avere una buona prestazione medica, è necessario scegliere il professionista migliore rispetto alle nostre esigenze.

Vediamo insieme al Dott. Poggi quali sono le qualità da ricercare nel dentista perfetto!

La specializzazione


Ovviamente il primo requisito necessario è la specializzazione e quindi la ricerca di un professionista che abbia competenze certificate rispetto agli interventi che desideri portare a termine. Per esempio, se hai bisogno di effettuare un impianto dentale ma soffri di parodontite, dovrai recarti presso uno studio specializzato in quella particolare branchia.

Il Dottor Poggi, dentista di Milano, è un odontotecnico professionista, laureato con il massimo dei voti in Odontoiatria e che esegue interventi di implantologia dentale.

Uno dei punti di forza del suo studio dentistico è proprio la stretta collaborazione tra la sua conoscenza medica e quella odontotecnica dei professionisti che lavorano nel laboratorio.

Empatia


La capacità di mettersi nei panni del paziente è essenziale per scegliere il proprio dentista di fiducia. Cortesia e gentilezza sono prerequisiti indispensabili ma, uniti a quel tocco di autoironia o simpatia, rendono l’atmosfera meno stressante e permettono al paziente di calmarsi.

Inoltre, è importante trovare un dentista che comprenda le nostre esigenze. Il detto del Dottor Poggi è metterci sempre la faccia. Si espone in prima persona per permetterti di tornare a sorridere, mangiare e masticare in pochissime ore.

Un esempio pratico: dire addio ai disagi causati da un’assenza di denti, con la realizzazione un impianto di denti fissi in sole quattro ore e risolvere così il tuo problema estetico senza protrarre quella costante sensazione di stress!

Igiene e idoneità degli ambienti


Il kit del dentista è per la maggior parte composto da attrezzature usa e getta o da strumenti sottoposti a sterilizzazione. Detto ciò, un aspetto curato dello studio, dalla sala d’attesa fino a quella operatoria dicono già molto sull’attenzione posta nei confronti dell’igiene e della pulizia.

Pagamento e possibilità di finanziamento

Trovare un dentista che abbia prezzi onesti non è scontato. Allo Studio odontoiatrico Sofia avrai la possibilità di effettuare pagamenti agevolati e saldare il conto a lavoro ottenuto. Il Dott. Poggi offre inoltre la possibilità di finanziamenti ad hoc per pensionati!

Scegli l’esperienza, la tempestività e la professionalità: contatta il dentista, il Dottor Andrea Poggi, che risponderà con piacere a tutte le tue domande.

2021-08-Studio-Dentistico-Andrea-Poggi-Cura-Denti-In-Vacanza

Tutti i consigli per prendersi cura dei denti in vacanza: la parola al Dottor Poggi

Il mare, le gite in montagna, le giornate in piscina possono distrarci dal nostro impegno quotidiano nei confronti della cura dei denti e della salute orale.

Un aperitivo che si prolunga trasformandosi in cena o una degustazione di piatti al ristorante sono piaceri innegabili, ma attenzione a non dimenticarci dei nostri amati denti!

In presenza di temperature elevate e osservando cattive abitudini alimentari, il rischio di infiammazione aumenta e la possibilità di trovarci in vacanza con problematiche dentali è sempre più presente.

Proprio per questo, anche in ferie è importante prendersi cura della propria bocca e prevenire le patologie derivate dalla formazione di placca e tartaro.

Con i consigli del Dott. Poggi potrai vivere un’estate ricca di emozioni, mantenendo la tua dentatura in perfetta salute. Seguici in questo approfondimento per scoprire quali sono i segreti per una corretta igiene orale d’estate.

I consigli da seguire

Comunemente, se si parla di vacanze al mare o in montagna, troviamo sempre un modo di mantenere le buone abitudini di igiene orale, derivato dalle comodità con le quali ci circondiamo. A volte però, pianificare un viaggio in montagna o una fuga in luoghi remoti può comportare l’impossibilità di portare con sé un kit spazzolino dentifricio o di avere a disposizione acqua potabile.


Vediamo come possiamo mantenere sana la nostra dentatura seguendo alcuni piccoli accorgimenti:

  • Effettuare un controllo dal proprio dentista di fiducia poche settimane prima della partenza, in modo da scongiurare eventuali problematiche future e monitorare le condizioni di salute della bocca;
  • Spazzolare i denti dopo ogni pasto (se possibile) e in modo accurato, utilizzando filo interdentale e collutorio;
  • Nel caso in cui non disponeste dello spazzolino o non aveste le comodità necessarie per effettuare un corretto lavaggio dei denti, masticate un chewing- gum senza zucchero, in modo da stimolare la produzione salivare e aiutare la bocca a smaltire i residui di cibo;
  • Effettuare un consumo ridotto di bibite zuccherate e cibi dolci fuori pasto, che potrebbero alimentare la proliferazione dei batteri e portare alla formazione di fastidiose carie.

Consigliamo infine di portare con sé un piccolo kit di emergenza nel caso in cui si presenti il mal di denti: antidolorifico e collutorio con clorexidina, dalle proprietà antibatteriche e antinfiammatorie. 

Essere prudenti e consapevoli è importante quando si parla cura dei denti e igiene orale! Se hai bisogno di una visita di controllo pre-partenza o hai un’emergenza, lo studio del Dott. Poggi è sempre reperibile e a tua disposizione.

2021-07-Studio-Dentistico-Andrea-Poggi-Ascesso-Dentale

Ascesso dentale: sintomi, cause e rimedi

L’ascesso dentale è un’alterazione del cavo orale che può colpire soggetti di tutte le età.

Quotidianamente ci sono casi che riguardano i bambini tanto quanto gli anziani. La malattia è dovuta da un’infiammazione generata da batteri che proliferano nei tessuti intorno alla radice.

Diventa visibile ad occhio nudo all’esterno, attraverso un rigonfiamento della guancia in corrispondenza dell’ascesso, e vicino al dente dove si vede una fistola di colore bianco.

All’interno della fistola tende ad accumularsi pus, una sostanza liquida di colore giallo: il primo campanello di allarme che impone il bisogno di recarsi immediatamente dal dentista.

Scopriamo insieme al Dottor Andrea Poggi quali sono le cause, i sintomi e i rimedi di un ascesso dentale.

Ascesso dentale: principali tipologie e cause

In base all’origine dell’infezione, l’ascesso dentale si può classificare in ascesso:

  • Dentale (o ascesso periapicale);
  • Gengivale (o ascesso paradontale);
  • Del dente del giudizio.

Può essere riconducibile, nella maggior parte dei casi, a una carie non curata che ha portato alla distruzione della corona fino ad intaccare il nervo infiammato, origine di un’infezione.

In secondo luogo, l’ascesso può derivare da un dente non devitalizzato correttamente che, con il passare del tempo, inizia a dare problemi.

Nel caso dei denti del giudizio, invece, l’ascesso è strettamente correlato alla particolare posizione anatomica del dente.

I denti del giudizio essendo localizzati in fondo alle arcate dentarie, difficilmente riescono a essere puliti correttamente con l’utilizzo dello spazzolino, portando a un accumulo di batteri, fonte di infezione.

Vi sono altre cause di ascesso dentale. Tra le principali: denti con lesione, igiene orale trascurata, interventi dentali approssimativi, diabete, fumo, consumo di alcolici e malattie croniche.

I sintomi

I principali sintomi di un ascesso dentale sono riconducibili alla percezione di dolore debole, leggero, che può divenire molto forte e pulsante (come se si trattasse di battiti del cuore). Le gengive del paziente potrebbero mostrarsi gonfie, rosse e sanguinanti. Il viso gonfio con una sporgenza vicino alla guancia o all’altezza della mandibola e alitosi.

In caso di infiammazione acuta, il paziente potrebbe avere febbre e percepire spossatezza, causata da un dolore continuo e senso di malessere.

I benefici con il dentista

Come abbiamo anticipato nei precedenti paragrafi, l’ascesso dentale è un’infezione batterica. Il modo migliore per iniziare la terapia è quello di assumere dei farmaci antibiotici. Questo approccio è utile a trattare la malattia in prima istanza tuttavia, nel caso dell’ascesso gengivale, occorre anche drenare completamente l’ascesso per evitare che si riformi. Il dentista procede quindi con l’incisione per estrarre tutto il pus.

Il compito dello specialista Andrea Poggi è quello di rimuovere il tartaro e la polpa infetta.

 L’ascesso dentale si cura con una devitalizzazione o una ri-devitalizzazione quando ci sono le condizioni per il recupero del dente.

Hai bisogno di altre informazioni o vorresti dei chiarimenti relativi all’ascesso dentale?
Non esitare, contattaci e saremo lieti di rispondere ai tuoi quesiti!

2021-07-Studio-Dentistico-Andrea-Poggi-ALimentazione-Sana-e-denti

Come una corretta alimentazione garantisce la salute dei denti

Lo sapevate che esiste un legame molto stretto tra l’alimentazione e la salute dei denti?

Esatto: quello che mangiamo è importante non solo per il benessere psico-fisico ma anche quello dentale.

Nello specifico, cibi poco sani possono generare carie, esporre i denti a patologie gengivali, degenerando nella perdita definitiva dei denti.

Per il mantenimento di una bocca in salute non servono particolari accorgimenti ma solo qualche piccola attenzione, con rispetto di regole alimentari e una buona igiene orale.

Scopriamo, nell’approfondimento dedicato, i consigli del Dottor Andrea Poggi.

I cibi che fanno bene ai denti

Al primo posto tra i cibi che garantiscono il benessere dentale troviamo latte e derivati, che grazie ad un elevato contenuto di calcio proteggono la salute dei denti, la cui struttura è composta principalmente da minerali.

Non dimenticate di ricorrere allo spazzolino dopo l’utilizzo di questi cibi, per dire addio al lattosio e allo zucchero che si depositano sullo smalto, alimentando la flora batterica del cavo orale.

Hanno l’approvazione del dentista anche:

  • La bieta, gli spinaci e l’insalata: essendo stimolanti della salivazione, aiutano a mantenere la bocca pulita;
  • Frutta e verdure fresche che non essendo alcalinizzanti e ad alto contenuto di vitamine, hanno calcio e fosforo, preziosi per i denti.
  • Il peperoncino, un vero tocca sana per la bocca;
  • Il cioccolato, rigorosamente fondente, contiene preziose sostanze antibatteriche che riducono la formazione della placca e delle carie.

Alimenti da consumare con moderazione

Vi sono alcuni alimenti da consumare con moderazione, in quanto troppo acidi, che indeboliscono lo strato protettivo che riveste la dentatura.

Tra i principali, vi sono: gli agrumi, il cui acido citrico è fortemente abrasivo per lo smalto. Le bibite gassate e gli energy drink, a causa della quantità eccessiva di zuccheri.

Infine, aceto, birra, snack dolci, caramelle, patatine e tartine.

Indipendentemente dai cibi consumati,  dopo un buon pranzo oppure una cena, occorre completare la salute della bocca con una corretta pulizia, lavando cioè i denti per evitare che l’acidità dei cibi masticati, attacchi lo smalto. È bene utilizzare uno spazzolino con dentifricio al fluoro, ma anche l’uso del filo interdentale o dello scovolino sono altrettanto importanti.

Hai bisogno di altre informazioni o vorresti dei chiarimenti in merito salute dei denti?
Non esitare, contattaci e saremo lieti di rispondere ai tuoi quesiti!

2021-06-Studio-Dentistico-Andrea-Poggi-Pericoronite

Pericoronite: i sintomi e le cause della gengiva infiammata

Avete mai sentito parlare della pericoronite? Si tratta di uno stato infiammatorio che colpisce la gengiva durante la fase di eruzione del dente.

Nello specifico, molto spesso coinvolge i denti del giudizio che in pochissimi casi dispongono dello spazio necessario per la loro corretta eruzione.

La pericoronite può essere sia acuta che cronica. Scopriamo maggiori informazioni nel corso dell’approfondimento a cura del Dentista Andrea Poggi.

Cause e sintomi

La pericoronite si manifesta quando un dente emerge, totalmente o parzialmente, infiammando la gengiva.

In questa specifica situazione, si genera una sacca virale in cui i batteri entrano e generano infezioni intorno al dente. L’accumulo di batteri, i quali rimangono intrappolati sotto il lembo della gengiva, possono portare allo sviluppo di un ascesso dentale.

La pericoronite è quindi un’infiammazione che può estendersi anche a tutta la mascella, portando all’insorgenza di disturbi al normale processo di masticazione.

Le cause della pericoronite sono attribuibili a: residui di cibo, traumi, posizione anomala del dente in uscita e infezioni.

I sintomi più comuni, invece sono dolore al viso, gengive gonfie e arrossate, alitosi, cattivo sapore in bocca, difficoltà di apertura della mandibola, difficoltà nella deglutizione, febbre, perdita di appetito, linfonodi del collo gonfi e mal di gola.

La pericoronite acuta e cronica

Lo stato di infiammazione può essere di due tipologie:

  1. Acuto. Si manifesta nel paziente improvvisamente, ha una durata breve ed è una forma che interessa due strutture adiacenti.
  2. Cronico. SI verifica con maggior periodicità, presentando pochi sintomi, ma evidenziando alcuni segni dello stato di processo infiammatorio avanzato.

Dopo un’opportuna valutazione da parte del Dottor Andrea Poggi, sarà possibile intervenire in tre modi, a seconda dello stadio della patologia.

Innanzitutto, viene gestito prima il dolore, passando poi in una seconda fase alla cura dell’infiammazione o dell’infezione pericoronale. Alla fine, se necessario, con piccolo intervento di chirurgia orale, è possibile rimuovere il tessuto gengivale sovrapposto.

Hai bisogno di altre informazioni o vorresti dei chiarimenti in merito alla pericoronite?
Non esitare, contattaci e saremo lieti di rispondere ai tuoi quesiti!

2021-05-Studio-Dentistico-Andrea-Poggi-Convenzioni-Dentista-Assicurazioni-Sanitarie

Il Dottor Poggi e la convenzione con le migliori assicurazioni sanitarie per il tuo sorriso

Assicurazioni sanitarie per il tuo sorriso. L’adozione di buone e sane abitudini influisce molto sul benessere generale della persona, in particolare sulle condizioni della bocca e del sorriso.

Prevenire quelli che possono essere i problemi del futuro gioca un ruolo molto importante per la salute e l’estetica dentale.

Avere cura del proprio sorriso dovrebbe essere un’abitudine quotidiana che tutti, grandi e bambini, si impegnano a seguire regolarmente per assicurarsi un sorriso in salute. Come farlo?

Per mantenere sotto controllo il cavo orale e prevenire eventuali malattie che potrebbero provocare danni a denti e gengive, il Dottor Andrea Poggi suggerisce ai propri pazienti di effettuare regolari check-up dentali.

Perché rivolgersi agli specialisti?

Gli specialisti dello Studio Odontoiatrico Santa Sofia sono esperti nella prevenzione orale.

Grazie alla presenza di medici in ogni branca dell’odontoiatria offriamo consulti personalizzati e puntuali: check-up dentali, igiene orale, ortodonzia, odontoiatria conservativa, protesi fisse e mobili, implantologia, pedodonzia, estetica dentale e parodontologia.

Nello specifico:

  1. Denti Fissi garantiti entro 3 ore grazie alla presenza di un laboratorio interno;
  2. Tecnica all on four per ricostruire anche un’intera arcata dentale completamente priva di denti;
  3. Protesi dentarie fisse e protesi dentarie mobili;
  4. Impianti dentali in titanio, inseriti sotto la gengiva.

Spazi e attrezzature sono moderni e all’avanguardia: tutto è pensato per il benessere del paziente.

Che cosa può fare il Dottor Andrea Poggi per garantirti un bel sorriso?

Lo Studio Dentistico del Dott. Poggi mette a disposizione la propria preparazione, competenza ed esperienza a tutti i pazienti, non importa quali siano le loro disponibilità economiche.

Questo è possibile grazie all’offerta di finanziamenti agevolati e personalizzati e con il supporto di convenzioni sanitarie patrocinate dai principali enti nazionali.

Le assicurazioni sanitarie per te

  1. Unisalute. La compagnia del Gruppo Unipol, leader nell’assicurazione salute che da 25 anni si dedica solo alla protezione sanitaria.
  2. Ade. Impresa leader nella gestione specializzata di servizi odontoiatrici per le società clienti.
  3. Previmedical. Società che si occupa di sanità integrativa e mette a disposizione dei clienti diversi servizi in campo sanitario (ambulatoriali e chirurgici).
  4. Faschim. Il fondo di assistenza sanitaria per i lavoratori dell’industria chimica.  

Non rinunciate al sogno di tornare a sorridere, contattate lo Studio del Dott. Poggi per garantirvi le migliori assicurazioni sanitarie cliccando qui!

2021-04-Studio-Dentistico-Andrea-Poggi-Igiene-Orale-Covid

Igiene orale e covid-19: il rapporto che molti non conoscono

L’infezione polmonare provocata del Covid- 19 potrebbe avere delle ripercussioni più consistenti a livello fisico in caso di scarsa igiene orale.

Uno studio sostenuto da alcuni scienziati britannici dell’Università di Birmingham, del Salisbury District Hospital e del Mouth- Body Research, in un articolo pubblicato sul Journal of Oral Medicine & Dental research.
Nei paragrafi successivi, lo Studio Odontoiatrico Santa Sofia, approfondirà l’origine di questa connessione e in quale modalità effettuare periodicamente un’accurata pulizia dei denti, possa aiutare a contrastare alcuni tratti della sintomatologia del coronavirus.

Il collegamento tra igiene orale e Covid- 19

Il Covid-19, come sappiamo, porta spesso con sé:

  • Implicazioni polmonari più o meno gravi e in alcune circostanze critiche;
  • Difficoltà respiratoria;
  • Senso di oppressione al petto.

Lo studio ha confermato l’ipotesi che la parodontite, gli accumuli di placca e il tartaro, possano aumentare il rischio di sviluppare la forma grave Sars-Cov-2.

In che modo? La scarsa igiene della bocca lascerebbe passare più facilmente le particelle virali dalla saliva ai vasi sanguigni del cavo orale, tramite il solco gengivale o la tasca parodontale. Il virus si insinuerebbe quindi attraverso le vene del collo e del petto, raggiungendo il cuore, che pompando il sangue nelle arterie polmonari e nei vasi sanguigni, arriverebbe ad intaccare i polmoni.

L’agente patogeno sarà in grado di attecchire e svilupparsi, causando gravi problematiche respiratorie.

In caso di parodontite, l’ingresso del virus nel sistema circolatorio potrebbe essere facilitato da alcune piccole ulcerazioni sulla superficie tessuto epiteliale.

Prevenzione e igiene dentale

Abbiamo visto come l’elevata carica batterica presente all’interno della bocca, potrebbe essere una delle cause che portano il soggetto sano ad avere complicanze post virali.

Per iniziare la prevenzione a livello quotidiano, è stato dimostrato che ingredienti del collutorio, potrebbero aiutare a placare l’infezione e diminuire così il rischio di compromettere l’apparato respiratorio.

Ovviamente, l’utilizzo di uno specifico collutorio andrebbe limitato per brevi periodi e comunque associato ad una corretta igiene orale. Per contrastare ogni possibile rischio è importante procedere quotidianamente allo spazzolamento dei denti dopo ogni pasto e utilizzare il filo interdentale, riducendo la formazione di placca che si insinua nei solchi gengivali.

In questo periodo di pandemia, la salute orale andrebbe privilegiata, per il vostro benessere!

Se non avete ancora prenotato la vostra visita per migliorare la vostra igiene orale, il Dottor Poggi è pronto a prendersi cura si prende cura del vostro benessere!