2021-06-Studio-Dentistico-Andrea-Poggi-Pericoronite

Pericoronite: i sintomi e le cause della gengiva infiammata

Avete mai sentito parlare della pericoronite? Si tratta di uno stato infiammatorio che colpisce la gengiva durante la fase di eruzione del dente.

Nello specifico, molto spesso coinvolge i denti del giudizio che in pochissimi casi dispongono dello spazio necessario per la loro corretta eruzione.

La pericoronite può essere sia acuta che cronica. Scopriamo maggiori informazioni nel corso dell’approfondimento a cura del Dentista Andrea Poggi.

Cause e sintomi

La pericoronite si manifesta quando un dente emerge, totalmente o parzialmente, infiammando la gengiva.

In questa specifica situazione, si genera una sacca virale in cui i batteri entrano e generano infezioni intorno al dente. L’accumulo di batteri, i quali rimangono intrappolati sotto il lembo della gengiva, possono portare allo sviluppo di un ascesso dentale.

La pericoronite è quindi un’infiammazione che può estendersi anche a tutta la mascella, portando all’insorgenza di disturbi al normale processo di masticazione.

Le cause della pericoronite sono attribuibili a: residui di cibo, traumi, posizione anomala del dente in uscita e infezioni.

I sintomi più comuni, invece sono dolore al viso, gengive gonfie e arrossate, alitosi, cattivo sapore in bocca, difficoltà di apertura della mandibola, difficoltà nella deglutizione, febbre, perdita di appetito, linfonodi del collo gonfi e mal di gola.

La pericoronite acuta e cronica

Lo stato di infiammazione può essere di due tipologie:

  1. Acuto. Si manifesta nel paziente improvvisamente, ha una durata breve ed è una forma che interessa due strutture adiacenti.
  2. Cronico. SI verifica con maggior periodicità, presentando pochi sintomi, ma evidenziando alcuni segni dello stato di processo infiammatorio avanzato.

Dopo un’opportuna valutazione da parte del Dottor Andrea Poggi, sarà possibile intervenire in tre modi, a seconda dello stadio della patologia.

Innanzitutto, viene gestito prima il dolore, passando poi in una seconda fase alla cura dell’infiammazione o dell’infezione pericoronale. Alla fine, se necessario, con piccolo intervento di chirurgia orale, è possibile rimuovere il tessuto gengivale sovrapposto.

Hai bisogno di altre informazioni o vorresti dei chiarimenti in merito alla pericoronite?
Non esitare, contattaci e saremo lieti di rispondere ai tuoi quesiti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.